Nuova musica per il tuo viaggio

Le Gare sulla Dezzo-Presolana dal 1954 al 1956

A tutta velocità sui tornanti della Val di Scalve

Nel dopoguerra la Coppa della Presolana diventa più spettacolare, i piloti partono da Dezzo in Val di Scalve e salgono verso il passo sfidandosi in velocità, sorpassandosi sui tornanti. 

Cover Dezzo Passo
Coppa della Presolana anni ‘50| Dezzo-Presolana © Giorgio Mazzoleni

Nel 1954 la gara rinasce con il nome di Dezzo-Presolana.

Il 26 Settembre 1954 viene organizzato un nuovo tipo di gara, intensamente agonistica e frequentata da tutta la Bergamo che conta. È un periodo di grande fermento e di euforia popolare verso l’automobile che conquista il mondo con il fascino della velocità e si afferma come simbolo di libertà individuale. La prima parte della gara originale, quella di regolarità, viene abolita e i piloti partono da Dezzo in Val di Scalve e salgono verso la Presolana in una competizione basata esclusivamente sulla velocità. La gara, prende il nome di Dezzo-Presolana e va oltre gli aspetti pioneristici d’anteguerra, delineandosi come evento sportivo a tutti gli effetti, con la partecipazione di piloti professionisti e valevole come prova eliminatoria del Volante d'Argento

Dezzo Passo 2
Coppa della Presolana anni ‘50| Dezzo-Presolana © Giorgio Mazzoleni

Le vetture più utilizzate sono italiane: le Fiat (la 1100 su tutte), le Alfa Romeo (con le prestazionali 1900), e le Lancia (con le raffinate Aurelia). Non è rara la partecipazione di equipaggi stranieri con vetture poco note in Italia come le Dyna Panhard oppure le Opel Rekord. La grande affluenza di pubblico e di piloti non salva la Dezzo-Presolana: nel 1956 le gare sono sospese.  

Dezzo Passo 1
Coppa della Presolana anni ‘50| Dezzo-Presolana © Giorgio Mazzoleni

Quando l’abilità del pilota conta più delle prestazioni dell’auto.

Nella Dezzo-Presolana, indipendentemente dalla nazionalità e dal ceto sociale del pilota, l'obiettivo è uno solo: battere gli avversari sfidando il cronometro. Rispetto alle prime edizioni il percorso prevede sia la salita sia la discesa e risulta piuttosto interessante sotto il profilo agonistico perché permette ai piloti con vetture di potenza inferiore di esprimere le proprie doti, soprattutto nelle discese dove più della cilindrata conta l'abilità di chi sta al volante. L'affluenza di pubblico è molto elevata ma dopo le edizioni del 26 Settembre 1954, del 16 Ottobre 1955 e del 30 Settembre 1956 la manifestazione sportiva viene nuovamente sospesa, forse anche per gli effetti nell’opinione pubblica del terribile incidente accorso ad Alfonso de Portago, pilota Ferrari, durante la Mille Miglia del 1957. Le gare di velocità su strada stanno per uscire dalla storia per entrare nel mito.

Dezzo Passo 3
Coppa della Presolana anni ‘50| Dezzo-Presolana © Giorgio Mazzoleni