Nuova musica per il tuo viaggio

Eerth Day e l'impatto della Green Generation

La scelta consapevole di Coripet

FOTO COPERTINA 2

È da poco stata celebrata la Giornata internazionale della Terra, mondialmente conosciuta come Earth Day. Si tratta della manifestazione ambientale più diffusa a livello internazionale, occasione in cui tutti i cittadini del mondo si riuniscono per celebrare il nostro pianeta e promuoverne la salvaguardia.

Le Nazioni Unite celebrano questa giornata ogni anno il 22 aprile, un mese e due giorni dopo l'equinozio di primavera, a partire dal 1970, anno di nascita della manifestazione. Istituita negli USA dal senatore Gaylord Nelson, la Giornata della Terra è la nostra opportunità per prendere consapevolezza di problematiche ambientali, quali l'inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi e le migliaia di specie di piante e animali che scompaiono.

La partecipazione è cresciuta negli anni, superando il miliardo di persone in 192 paesi: è l'affermazione della Green Generation, che guarda ad un futuro più sostenibile fatto di responsabilità individuali, di green economy e di un forte sistema educativo ispirato alle tematiche ambientali.

FOTO 1 1

Attraverso la consapevolezza, cresce la ricerca spasmodica di soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle attività dell'uomo, e di alternative che includano il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali e la cessazione della distruzione di habitat fondamentali.

In quest’ottica esiste un materiale che è assolutamente da considerarsi un’opportunità: il PET (Polietilentereftalato), la materia plastica più utilizzata nell’industria alimentare. Il PET infatti ha molti pregi, è leggero e resistente agli urti, trasparente e incolore, fornisce un’ottima barriera e preserva le caratteristiche del contenuto in modo igienico e sicuro. Ma il suo più grande vantaggio è l’essere composto unicamente da materiale facilmente riciclabile, attraverso un procedimento meccanico.

Per questo Coripet, consorzio volontario nato nel 2016 e riconosciuto dal Ministero della Transizione Ecologica, da produttori, converter e riciclatori di bottiglie in PET, ha scelto come mission la gestione diretta del fine vita delle bottiglie e dei boccioni in PET immessi sul mercato dai propri associati, integrandoli in un modello di economia circolare.

FOTO 2 1

Coripet ha creato un sistema innovativo per la gestione diretta degli imballaggi in PET per liquidi alimentari, in linea con l’applicazione delle direttive europee sull’Extended Producer Responsibility (EPR). Si tratta del primo e unico sistema autonomo EPR con competenza sugli imballaggi primari, che può vantare rapporti stabili con ANCI, i Comuni italiani e molti dei principali player del commercio (al 31 dicembre 2021 Coripet ha sottoscritto 676 convenzioni locali che coprono circa l’84% dei Comuni).

Tutti i produttori che immettono sul mercato questo tipo di imballaggio, aderendo al consorzio, adempiono anche agli obblighi dell’EPR per la gestione del fine vita dei propri imballaggi.

La vera sfida intrapresa da CORIPET è il “Bottle to bottle”, ovvero l’attivazione di una filiera italiana chiusa per il riciclo del PET. Si tratta di un modo per raccogliere e riciclare tutte le bottiglie di plastica PET, immesse sul mercato dalle aziende produttrici consorziate, per trasformarlo in rPET ed essere usato nella produzione di nuove bottiglie.

In CORIPET sono presenti tutti i principali attori del processo: dalle imprese che producono imballaggi finiti utilizzati per il confezionamento dei propri prodotti, alle imprese che producono i semilavorati, come gli accessori o i tappi, fino a quelle che riciclano le bottiglie in PET e producono rPET idoneo al diretto contatto alimentare.

FOTO 3 1

Anche Euromaster ha deciso di dare il suo contributo per la difesa dell’ambiente. Il Gruppo, infatti, si fa partner del riciclo e insieme a Coripet si impegna nella raccolta delle bottiglie in plastica PET in eco-compattatori, utili alla gestione diretta del fine vita di questo materiale. Inoltre, Euromaster si fa sponsor del circuito a premi “Coripet ti premia” per cui ogni 100 bottiglie raccolte, l’utente Coripet avrà diritto a richiedere uno sconto del 5% su tutti i servizi di manutenzione auto, nei centri Euromaster aderenti alla convenzione EuromasterPiù.

Come Euromaster, che tu sia un Ente, un’azienda o un singolo cittadino, avrai sempre l’occasione per fare la tua parte nel riciclo e per la difesa dell’ambiente. Grazie al progetto “Bottle to Bottle”, ogni cittadino può infatti dare il suo contributo per il recupero degli imballaggi in PET. Per esempio, condividendo il modello Coripet potrai chiedere al tuo supermercato di fiducia di installare un eco-compattatore oppure segnalare un supermercato che vorresti far entrare nella rete attraverso il form disponibile sul sito Coripet alla sezione contatti.

Fai anche tu la tua parte: più si ricicla, meno plastica si produce!