Nuova musica per il tuo viaggio

Avenida Paulista: l’arteria pulsante nel cuore di San Paolo

FOTO COPERTINA 3

“Basta mettere piede in Brasile per sentire l’anima schiudersi e divenire leggera” affermava lo scrittore e intellettuale austriaco Stefan Zweig rimasto così affascinato da questo paese tanto da dedicarne un intero libro dal titolo Breve viaggio in Brasile. Tra le sue pagine non solo troviamo una vera e propria “teofania” di Rio de Janeiro, una città che gli ha rapito letteralmente il cuore, ma anche un’ampia riflessione su San Paolo o meglio São Paulo, la più grande e popolosa metropoli brasiliana: “…per descriverla bisognerebbe essere cultori di statistica e di economia politica...”.

Con la sua immensa area metropolitana di oltre 12 milioni di persone (quasi 20 se si contano tutti i territori limitrofi), San Paolo detiene oltre un terzo del PIL del Brasile e si distingue anche per le sue antiche origini storiche, che partono a metà del 1500 con la fondazione della città da parte dei gesuiti. Negli anni è stata caratterizzata anche da una forte immigrazione sia da parte degli Stati europei, che da parte delle zone più povere del Brasile, soprattutto quelle del Nord, Nord-Est, principalmente legate al commercio del caffè.

FOTO 2 2

Grazie a questo mix di storia, influenze etniche e tradizioni commerciali, San Paolo oggi si impone nella scena mondiale come una metropoli culturalmente ricca, con una popolazione recettiva affamata d’arte e di cultura. Ma non si può scindere San Paolo dall’Avenida Paulista, l’arteria stradale divenuta il simbolo vero e proprio della metropoli il cui nome richiama gli abitanti della città, definiti appunto i paulisti.

In questo lungo viale troviamo l’essenza economica di tutta la città, ovvero uffici, banche ma anche tanti alberghi, molti lussuosi. L’Avenida Paulista è per definizione il luogo pulsante di San Paolo.

Una passeggiata di 2,7 km tra numerose attrazioni dal Gazeta, uno dei teatri più conosciuti e frequentati, alla Torre Paulista, un centro direzionale deli anni ’70, punto di riferimento della città, particolarmente suggestivo di notte quando si illumina e domina il panorama.

FOTO 3 2

L’Avenida Paulista è frequentata quotidianamente da migliaia di abitanti e turisti che la percorrono in ogni direzione in quanto i tanti incroci, che dividono il viale tra aree moderne e storiche, offrono panorami e scorci tutti diversi tra loro: dagli altissimi grattacieli alle incantevoli case coloniali. Al numero 1578 di Avenida Paulista, ad esempio, si trova un edificio quasi interamente composto da vetrate, si tratta della sede del Museo d’Arte di San Paolo, uno dei principali poli culturali della città con all’interno opere d’arte moderna e contemporanea. All’interno di questa struttura sono conservati oltre 5.000 reperti tra fotografie, dipinti e installazioni realizzate da un migliaio di artisti di tutto il paese. Aperto dal 1948 ha avuto l’onore di custodire importanti opere di Chagall e Kandinskij, poi trasferite al Museo di Arte Contemporanea.

FOTO 4

La pulsante Avenida Paulista è anche la sede del Centro Paulista, posto nella parte più settentrionale della strada. La zona è famosa per essere un grande mercato dove poter acquistare di tutto, non per altro è tra le parti più trafficate del viale. Poco distante troviamo anche il quartiere Old Paulista, la parte più storica la prima a nascere e a rappresentare la culla dell’intero viale. Proprio in questo quartiere storico si può visitare la casa più antica di tutta l’Avenida, la prima abitazione in assoluto. San Paolo, con la sua Avenida, i suoi colori, i suoi palazzi, e le sue tradizioni è una metropoli che racchiude ancora tanti tesori moderni e storici, così come tutto il Paese, tanto che perfino Zweig sottolineò che “probabilmente non basterebbe una vita per poter dire: io conosco il Brasile”.